I vostri racconti: Paida

Paida Mutopo ha 20 anni e vive con l’HIV. All’età di 11 anni Paida scoprì che sua madre Mavis le aveva trasmesso il virus durante il parto.

Mavis faticò molto per superare queste due diagnosi e Paida era preoccupata dello stigma che avrebbe potuto subire nella cerchia degli amici. Alcuni anni dopo, incoraggiata dal gruppo di autoaiuto per bambini con cui la mise in contatto il suo medico, Paida rivelò il suo stato. Per il fatto di aver affrontato lo stigma dell’HIV in così giovane età Paida è diventata un esempio per altri adolescenti che lottano contro l’HIV. L’accettazione del suo stato l’ha inoltre spinta a voler comprendere meglio l’HIV e il suo trattamento.

Inizialmente aveva paura che non sarebbe mai stata in grado di formare una famiglia propria, ma il suo medico le disse che assumendo regolarmente il suo trattamento dell’HIV e mantenendo la carica virale al di sotto del limite di rilevabilità avrebbe potuto avere un bambino sano. Paida raggiunse entrambi gli obiettivi: grazie all’assunzione scrupolosa del suo trattamento anti-HIV e collaborando strettamente con il suo medico per l’intera gravidanza è riuscita a mettere al mondo Kai, un bambino sano e felice.